Sicilia

Hospitality, a Palermo parte il Master in Direzione delle Strutture Alberghiere e Ricettive

Gestire una struttura ricettiva, sia essa un hotel di grandi dimensioni oppure un piccolo albergo, richiede una serie di competenze ad ampio raggio.

Per molti aspetti, infatti, il direttore d’albergo non si discosta molto, come figura, da quella di un manager d’impresa o di un amministratore delegato.

Gli alberghi, proprio come le aziende, sono realtà complesse, che uniscono molteplici categorie al loro interno.

Non si tratta soltanto di affittare delle camere, ma di fornire ai clienti una vasta serie di servizi. Come il ristorante, la Spa, l’area Sport eccetera.

Occorre, quindi, coordinare i diversi reparti: il food & beverage, le pulizie, i servizi al piano, la reception.

Oggi, poi, il settore è interessato da continue mutazioni. Una di queste è stata introdotta dall’avvento del digitale.

Un direttore d’albergo, attualmente, non può più limitarsi a tenere sotto controllo i fattori ‘interni’, ma deve monitorare anche quelli ‘esterni’. Per esempio le recensioni e la brand reputation.

Le competenze che vengono richieste a questa figura professionale, pertanto, sono molteplici.

Il mercato richiede costantemente figure professionali specializzate

Va da sé che, come si evince da tali premeste, trovare personale con le giuste competenze può essere meno facile del previsto.

Non a caso, nel mercato di riferimento la ricerca di figure qualificate in possesso dei giusti requisiti è costante.

In particolare, le più note catene alberghiere necessitano di reperire personale sempre più specializzato, già formato e pronto per essere inserito all’interno dei differenti dipartimenti.

Naturalmente non soltanto ai vertici massimi delle strutture ricettive, ma anche nelle posizioni dirigenziali dei vari reparti.

Le figure professionali che possono vantare ottime competenze gestionali sono sempre più richieste.

Dal bisogno di rispondere a questa domanda nasce il Master in Direzione delle Strutture Alberghiere e Ricettive della UET-Scuola Universitaria Europea per il Turismo, che si svolgerà a Palermo.

L’inizio delle lezioni, che si terranno in presenza, è fissato per il 4 novembre 2021.

Un percorso per laureati e operatori del settore

Al Master in Direzione delle Strutture Alberghiere e Ricettive possono accedere i laureati di qualunque indirizzo che intendono aggiungere una specializzazione importante al proprio curriculum.

Ma anche chi già opera in questo settore da almeno tre anni. Non si tratta, tuttavia, soltanto di completare il percorso formativo o professionale aggiungendo un tassello in più.

La UET di Palermo, difatti, mira a formare dei professionisti che siano capaci fin da subito di gestire in maniera autonoma e con il giusto approccio manageriale tutte le situazioni che possono verificarsi in una struttura organizzativa complessa come quella alberghiera.

I posti a disposizione per le iscrizioni sono solamente 20. La frequenza è full time per tre giorni a settimana, dalle 9.00 alle 18.

La durata del master è di un anno, di cui 6 mesi dedicati all’attività di studio in aula e 6 mesi dedicati al master.

In tutto 370 ore di impegno complessivo.

Obiettivo: conoscere a 360 gradi il mondo dell’hotellerie

L’obiettivo del Master in Direzione delle Strutture Alberghiere e Ricettive è quello di fornire agli studenti una conoscenza approfondita e a 360 gradi del mondo degli hotel e della ricettività.

Ciò affianca la formazione specifica su tutte le discipline e le materie di marketing, management, comunicazione e conoscenze normative di cui un direttore deve essere in possesso.

Per fare ciò, attraverso le lezioni e lo stage ai frequentanti verranno illustrate dettagliatamente tutte le caratteristiche di ognuno dei reparti che formano una struttura ricettiva.

In questo caso, saranno presi come punto di riferimento gli hotel di medie e grandi dimensioni, che hanno un maggior numero di dipartimenti e un livello superiore di complessità organizzativa.

Oltre ad essere presentati singolarmente, particolare attenzione sarà rivolta a indicare le modalità con cui i singoli reparti interagiscono reciprocamente.

Inoltre ampio spazio verrà dedicato all’analisi delle varie figure professionali di management. Per ciascuna di esse sarà effettuata una job description esaustiva. In questo modo gli studenti avranno le basi necessarie per capire le dinamiche che si instaurano all’interno di una struttura ricettiva.

Programma in due moduli per competenze comuni e specialistiche

Allo scopo di soddisfare pienamente entrambi questi obiettivi, il programma è stato organizzato in due differenti moduli.

Il primo è interamente dedicato alla pianificazione didattica in ambito comune a tutti i vari reparti, mentre la seconda è incentrata sulla pianificazione didattica specifica dei differenti reparti.

Per quanto riguarda l’area comune, il piano di studi prevede 186 ore suddivise tra le seguenti materie:

  • Igiene e Sicurezza sui Luoghi di Lavoro
  • Legislazione Turistica ed Alberghiera
  • Quality in Tourism
  • Sales & Marketing Management
  • Terminologia Applicata al Tourism English / SLEST
  • Terminologia Applicata al Tourism Spanish / SLEST
  • Terminologia Applicata al Tourism French
  • Public Speaking
  • Web Marketing Management
  • Psicologia del Turismo e Marketing Relazionale
  • Programmazione Neuro Linguistica
  • Booking & Reservation Management
  • Project Work

Per quel che concerne, invece, l’area specialistica, le 160 ore di lezione si articolano nei seguenti argomenti:

  • Yield e Revenue Management
  • Front Office Management
  • Office Conference Management
  • Food & Beverage Management
  • Accounting Management
  • Human Resources Management
  • Micros Fidelio Opera
  • Project Work

Uno stage tagliato sulle attitudini dei singoli partecipanti

Come di consueto quando si parla di percorsi promossi dalla UET – Scuola Europea per il turismo, il metodo formativo abbina sapientemente la parte teorica a quella pratica.

Le lezioni in aula saranno tenute sia da docenti universitari che da comprovati esperti del settore.

Quanto appreso tra i banchi, poi, potrà essere messo concretamente in pratica durante lo stage. Che sarà svolto presso una delle grandi catene alberghiere e hotel internazionali partner della UET.

Lo stage, che durerà sei mesi, potrà essere svolto in uno qualunque dei dipartimenti in cui gli hotel sono strutturai. Sarà lo studente, in base alle proprie attitudini e competenze, ad indicare il campo d’interesse.

In merito al tirocinio formativo, ciascun allievo verrà seguito con un approccio di coaching diretto, career oriented, al fine di individuare la tipologia di stage più appropriata per esigenze di ogni studente.

Il Project work: mettere in pratica le competenze acquisite

C’è poi il Project Work: la prova finale che gli allievi devono superare per conseguire il titolo riconosciuto, ovvero la Certificazione del Master UET e le certificazioni linguistiche SLEST.

Si tratta di una tesi sperimentale che consiste nella realizzazione di un progetto realmente esecutivo.

E che non è a cura dei singoli studenti, ma coinvolge direttamente tutta la classe. In pratica, si ricostruisce un ambiente lavorativo in cui ci sono diversi team. Ogni team deve collaborare con gli altri per poter confezionare un prodotto finale coerente e funzionale.

In questo modo gli allievi potranno sperimentare direttamente l’attitudine al problem solving e al lavoro di squadra.

Al termine del percorso, poi, la Direzione UET e i docenti, insieme al team di lavoro, individueranno uno o più studenti che si sono particolarmente distinti, ai quali sarà riconosciuto un assegno di merito.

Gli sbocchi occupazionali

Sul fronte degli sbocchi occupazionali, le possibilità offerte dal Master in Direzione delle Strutture Alberghiere e Ricettive della UET di Palermo sono davvero numerose.

Si va dagli hotel di fascia elevata alle grandi catene alberghiere presenti su scala internazionale.

Quanto alle figure professionali, si tratta di posizioni manageriali all’interno dei vari reparti del settore hotellerie.

Ossia Front Office; Food & Beverage, Sales & Marketing, Risorse Umane, Amministrazione e Ufficio Congressuale.

Per maggiori informazioni sul master, basta compilare il form in basso.

Sarete ricontatti al più presto dalla UET.

Contatta la scuola


UET Italia – Scuola Universitaria Europea per Il Turismo nasce nei primi anni novanta. Il padre fondatore è uno dei più grandi operatori internazionali, Nouvelles Frontières, che operava già a Parigi e Lione.

Le prime a vedere la luce, in Itali...