Veneto

Economia e gestione del turismo, a Treviso la 28ma edizione del Master Ca’ Foscari – Ciset

Master Economia e gestione del turismo

Il Master in Economia e gestione del turismo è considerato uno dei percorsi di formazione manageriale più completi tra quelli proposti in Italia.

Da quasi 30 anni, infatti, questo Master Universitario di Primo Livello prepara manager di successo, pronti a operare in ogni azienda del settore.

Gli allievi sviluppano competenze che permettono loro di lavorare a tutto campo: dagli hotel alle compagnie di crociera, dai tour operatore alle OTA.

I dati relativi al Placement occupazionale lo confermano: a un anno dal termine degli studi il 98% dei partecipanti trova lavoro.

Tutto questo grazie anche a una fitta rete di partnership tessuta con le più note e importanti aziende del settore.

Segui online l’Open Day di presentazione del Master

Se vuoi informazioni più dettagliate, non perdere l’opportunità dell’Open Day online.

L’appuntamento con la presentazione della 28esima edizione del Master c’è stata lo scorso 15 settembre.

I protagonisti dell’attività didattica hanno illustrato l’impostazione del percorso di studio.

Mentre autorevoli professionisti del settore hanno svelato le concrete opportunità di lavoro offerte dal Master.

Acedendo al link qui di seguito si può ascoltare la registrazione dell’Open Day.

C’è tempo fino al 20 ottobre per iscriversi

Se sei interessato, non perdere altro tempo. Il Master in Economia e gestione del turismo prenderà il via a Treviso il 9 novembre 2020.

Ma per iscriversi c’è tempo fino al 20 ottobre 2020.

Organizzato dal Dipartimento di Management dell’Università Ca’ Foscari Venezia, in collaborazione con il CISET – Centro Internazionale di Studi sull’Economia Turistica, questo percorso di studio è caratterizzato dalla sua alta propensione all’innovazione.

Gli aggiornamenti sono costanti e sempre in linea con le nuove tendenze del mercato.

Ma non ci si limita a questo.

Durante il Master ogni singolo allievo viene seguito con la massima attenzione.

Si valutano le loro aspirazioni, caratteristiche e passioni.

Per poi indicare loro le tipologie di aziende più in sintonia con i propri obiettivi.

Formazione innovativa sempre al passo con i tempi

Le conoscenze e le competenze sviluppate sono esattamente quelle che vengono richieste dalle imprese del settore e dalle destinazioni turistiche.

Al tempo stesso si approfondiscono i profili professionali emergenti e più richiesti dal mercato del lavoro.

Ecco perché il Master universitario di primo livello in Economia e Gestione del Turismo è uno dei più quotati e richiesti nel settore.

È un vero e proprio fiore all’occhiello sul curriculum vitae di chi si appresta a cercare lavoro.

Naturalmente anche il metodo formativo contribuisce a fare la differenza.

Alle lezioni frontali si affiancano lavori di gruppo, simulazioni e analisi approfondite di case histories.

L’attività che fa la differenza: i Live Projects

Non meno interessanti i Professional English Lab.

L’uso sistematico della lingua inglese non solo consolida le competenze richieste ai manager del turismo, ma permette anche di lavorare in contesti internazionali.

Tra i laboratori da segnalare quelli dedicati al Revenue Management, all’Events Management e al Turismo enogastronomico.

Ma riscuotono interesse soprattutto gli innovativi “Live Projects”.

Si tratta di progetti che lanciano gli studenti direttamente nella realtà lavorativa di tutti i giorni.

Sono cioè chiamati a fare da consulenti per clienti reali. E a loro devono dare subito risposte concrete.

In altre parole si trovano ad affrontare problematiche con cui i manager del turismo hanno a che fare ogni giorno nei loro ambiti lavorativi.

Ecco perché questo è considerato a ragione un metodo d’apprendimento davvero significativo.

Poiché si sperimentano sin da subito sul campo le competenze innovative acquisite in aula.

Manager già pronti per lavorare e fare carriera

In altre parole già dalle prime lezioni si scopre qual è il principale obiettivo del master: formare manager già pronti per lavorare.

Non a caso questo metodo formativo è riconosciuto come best practice a livello internazionale.

Tutto questo è possibile anche perché l’organizzazione del master universitario di primo livello ha sviluppato un rapporto di collaborazione solido con le imprese del comparto turistico.

L’interazione è costante: i rappresentati delle varie aziende portano le loro testimonianze in aula.

Inoltre ospitano gli stage, preziosa occasione per affinare le competenze acquisite in aula e per dimostrare il proprio valore.

In effetti anche il costante rapporto di collaborazione con gli attori principali della filiera turistica ha permesso di sviluppare un programma di studio ricco e dettagliato.

A lezione con i massimi esperti del turismo italiano e internazionale

Non meno importante, se non decisivo, il contributo del corpo docente. Si tratta dei massimi esperti di turismo in Italia. Ma non solo.

Si parla di un gruppo di lavoro che vanta esperienze importanti, sia a livello nazionale sia internazionale.

Una “squadra” arricchita con la partecipazione di docenti provenienti da atenei italiani ed esteri.

Oltre che da manager affermati, compresi gli ex allievi del Master. Che nel frattempo hanno sviluppato carriere di successo.

Non solo teoria, dunque. Ma anche l’opportunità di fare tesoro delle esperienze maturate da chi già opera nel settore.

Piano di studio completo e attento all’evoluzione del settore turistico

Il piano di studi si articola in cinque temi trasversali, tutti molto attenti all’evoluzione e alle innovazioni introdotte nel comparto turistico: Digital transformation, Tourism experience, Hospitality, Sustainability, Skills.

Scendendo più nel dettaglio, si parte dall’approfondimento di una serie di competenze trasversali. Si punta a fornire una visione globale del settore.

Si spazia dal web marketing alla gestione delle risorse umane, dal destination management alla comunicazione.

Successivamente vengono analizzate tutte le aziende che operano nel settore turistico, passando sotto la lente anche i profili professionali impiegati al loro interno.

Si parlerà a 360 gradi di ospitalità alberghiera, di intermediazione online e offline.

Ma anche di eventi e congressi, trasporti e cultura.

Tutti questi aspetti, come detto, vengono approfonditi anche grazie alle testimonianze di operatori del settore ed ex allievi.

Il piano di studi, in caso di necessità, prevede anche la possibilità di essere proposto attraverso la didattica online.

I moduli didattici del Master in Economia e gestione del turismo

Questi, in sintesi, i moduli previsti dal piano di studi:

  • Ciclo propedeutico
  • Economia e Risorse del Turismo
  • Economia e Management delle imprese
  • Organizzazione e gestione delle risorse umane
  • Marketing turistico
  • Programmazione e controllo
  • Diritto e turismo
  • Gestione finanziaria e valutaria
  • Turismo e innovazione tecnologica
  • Professional English Lab
  • Politiche per il turismo

Opportunità di stage nelle migliori aziende in Italia o all’estero

Al termine della fase d’aula è previsto lo stage, a sua volta completato da un project work.

La durata minima dello stage è di tre mesi, fino a un massimo di sei mesi.

Si svolge nelle aziende più importanti del settore, sia pubbliche sia private.

Lo stage può essere svolto in Italia oppure all’estero.

Si tratta di un momento decisivo del Master.

Poiché il periodo di stage, seguito con la massima attenzione dai tutor, offre l’opportunità agli studenti di mettersi alla prova.

Hanno la possibilità di dimostrare le loro capacità e di mettere in pratica le competenze acquisite in aula.

Proprio grazie alle attività di orientamento personalizzato da parte dei tutor, gli studenti effettuano scelte mirate e consapevoli.

In altre parole vengono aiutati a scegliere il comparto più in sintonia con le loro aspirazioni.

Un’occasione importante, dunque, per mettersi in vetrina e giocarsi le proprie chance di ottenere un contratto di lavoro.

Gli sbocchi occupazionali del Master di primo livello

A maggior ragione perché il Master in Economia e gestione del turismo aderisce a HosCo.

Si tratta di un’opportunità esclusiva di accedere ad offerte di lavoro qualificate da tutto il mondo.

Del resto questo Master universitario di primo livello offre sbocchi occupazionali ad ampio raggio:

  • Hotel.
  • Online Travel Agencies.
  • Tour operators.
  • Organizzazione eventi.
  • Agenzie di promozione e gestione del turismo sul territorio.
  • Ristorazione di alta qualità.
  • Compagnie di crociera.
  • Consulenza alle imprese e agli operatori.
  • Aeroporti.
  • Compagnie aeree.
  • Enti di gestione di beni culturali e ambientali.

Altre informazioni sul Master in Economia e gestione del turismo

Il Master in Economia e gestione del turismo si rivolge in particolare ai neo-laureati.

Ma anche i laureati che già lavorano possono iscriversi, poiché offre loro una concreta opportunità di fare carriera.

Questo percorso di studio, infatti, permette di arricchire il proprio bagaglio di competenze.

Questo Master prevede inoltre delle agevolazioni. Sono infatti previsti prestiti d’onore, borse concesse da aziende partner e borse regionali, nazionali e internazionali.

Per ricevere informazioni più dettagliate compilare il form qui sotto. Gli interessati saranno ricontattati al più presto.

Contatta la scuola


Ciset-Centro Internazionale di Studi sull’Economia Turistica e Università Ca’ Foscari Venezia sono le due anime del Master in Economia e Gestione del Turismo, corso nato nel 1993 con l’obiettivo di offrire un percorso formativo specifico di eccellenz...