PROSSIMO AVVIO

Turismo esperienziale e Management delle Destinazioni Turistiche, in pole position col Master della UET

Tra le nuove tendenze del settore travel & hospitality, quella del turismo esperienziale è in forte ascesa.

Nei desideri del viaggiatore, infatti, non ci sono più solamente le mete più conosciute, ma anche le realtà meno blasonate.

Che consentono, però, di sperimentare una nuova dimensione della vacanza: più intima e autentica.

È il turismo esperienziale, che si lega a una nuova concezione di promozione del territorio. Basata sulla valorizzazione della storia, delle tradizioni, della cultura dei luoghi.

Tutti aspetti di cui si occupa, in maniera dettagliata, il destination manager.

Che, di pari passo con l’affermarsi del turismo esperienziale, è una figura sempre più richiesta.

Come sempre, la UET – Scuola Universitaria Europea per il Turismo di Milano è attentissima ai cambiamenti del settore.

Ed è pronta a for fronte ai nuovi trend con una proposta formativa all’avanguardia, come il Master in Management delle Destinazioni Turistiche e del Turismo Esperienziale.

Cosa aspettarsi da questo percorso formativo

Il Master in Turismo esperienziale e Management delle Destinazioni Turistiche fornisce ai partecipanti tutte le competenze per analizzare e comprendere il mercato del turismo esperienziale.

Strumenti fondamentali per lavorare sul prodotto, ovvero su come costruire la meta, organizzarne i punti di forza, distribuirla tramite i vari canali e promuoverla efficacemente.

Tutto ciò nell’ottica dello step successivo, ossia la veicolazione del prodotto attraverso la rete delle agenzie di viaggio, degli operatori turistici tradizionali e dei tour operator e dell’intero ambiente dell’hospitality.

Rivolgendo tuttavia l’attenzione anche ai nuovi soggetti, come ad esempio agli enti e gli attori locali che puntano a specializzare l’offerta e a promuovere il territorio.

Con particolare riferimento, naturalmente, sia all’attività online sia offline.

Gli sbocchi professionali, pertanto, riguardano l’area degli enti pubblici e istituzionali turistici, così come gli enti locali e territoriali. Ciò in aggiunta ai Tour Operator e alle agenzie di viaggio.

Le aree di intervento spaziano dal marketing alla comunicazione, passando per la programmazione.

A chi si rivolge il Master Turismo esperienziale e Management delle Destinazioni Turistiche

La proposta della UET di Milano è un Master di alta formazione, pensato sia per chi ha conseguito la laurea sia per chi ha il diploma ma ha già esperienza nel settore.

In tutto, l’iscrizione è consentita a un numero massimo di 15 partecipanti. I corsi partono il 22 ottobre e prevedono una frequenza nel fine settimana, precisamente nelle giornate del venerdì e sabato.

Gli studenti, inoltre, possono scegliere se frequentare le lezioni in presenza oppure online.

In questo caso, il corso può essere seguito attraverso la piattaforma Zoom. Da qui gli iscritti possono scaricare sia le registrazioni delle lezioni, sia il materiale didattico proposto di volta in volta dai docenti.

Il percorso formativo completo si articola in 250 ore di lezione, che si svolgono in parte in aula e in parte presso le realtà partner della UET, che saranno anche sede di stage.

Questi ultimi, della durata prevista dai 3 ai 6 mesi, consentono ai partecipanti di mettere in pratica fin da subito le nozioni apprese durante il corso.

Uno sguardo al piano di studi

Il piano di studi del Master in Turismo esperienziale e Management delle Destinazioni Turistiche offre approfondimenti specifici su tutti gli aspetti più rilevanti che un professionista del turismo esperienziale, nonché destination manager, deve saper padroneggiare.

Le tematiche che un operatore specializzato in questo ambito deve tenere sotto controllo sono numerose, e vengono tutte affrontate nel percorso.

Ad esempio, grande rilievo viene attrinuito al profilo normativo e a quello economico, a quello del marketing e della comunicazione e a quello della progettazione e della gestione.

Le 250 ore di lezione affrontano i seguenti argomenti:

  • Legislazione Turistica e Legge 81/2008
  • Tourism English
  • Turismo Esperienziale e Professionale
  • Social Networks and Tourism Web Marketing
  • Destination Management
  • Budgeting e controllo dell’impresa turistica
  • Itinerari turistici integrati
  • Programmazione del prodotto turistico
  • Gestione del Turismo Incoming
  • Economia e Turismo Esperienziale
  • Costruzione del brand Territoriale
  • Progettazione del Turismo
  • Esperienziale
  • Tecnica Turistica
  • Turismo Sostenibile
  • Il ruolo dell’operatore per il turismo Esperienziale: aspetti normativi e tutela professionale

Un metodo orientato al risultato

Come sempre, i percorsi formativi elaborati dalla UET si avvalgono di un metodo orientato ad ottenere il massimo risultato possibile.

Per questo accanto alla parte teorica viene dato sempre un ampio spazio allo studio della pratica.

In questo caso, le lezioni sono strutturate come dei laboratori: dopo aver illustrato la base teorica, i docenti la integrano con l’applicazione pratica.

È prevista la partecipazione attiva degli iscritti, che possono interagire ponendo delle domande o proponendo casistiche reali riferite a contesti aziendali. O ancora ragionare intorno a case history presentati di volta in volta.

Tra l’altro, la fase pratica si basa su role playing, giochi di ruolo e simulazioni finalizzate a comprendere le situazioni più frequenti in ambito lavorativo

Questo per orientare il più possibile la formazione alle esigenze operative reali.

Non a caso, i corsi e i master della UET si caratterizzano sempre per un placement molto elevato. A seconda del settore, infatti, entro i primi sei mesi dalla conclusione del corso trova inserimento dal 67% al 73% degli iscritti.

I titoli riconosciuti

Al termine del percorso formativo ai partecipanti verrà rilasciato, naturalmente, l’ attestato di Executive Master delle Destinazioni Turistiche e del Turismo Esperienziale.

Lo conseguiranno gli allievi che discuteranno con esito positivo il proprio project work.

Ma non si tratta dell’unico titolo riconosciuto.

Seguire il Master, difatti, fornisce l’idoneità per sostenere l’esame di Operatore del turismo Esperienziale, gestito dall’associazione ASSOTES, accreditata dal Ministero per lo Sviluppo economico.

Non solo. L’apprendimento del metodo Storyliving Artès permette ai frequentanti di realizzare il proprio primo prodotto esperienziale, e di essere preparati a sostenere l’esame di iscrizione di Operatore per il Turismo Esperienziale.

A ciò si aggiunge una lettera di referenza stage.

Open Day a settembre

Partecipa anche tu il 16 Settembre 2021 gratuitamente alla presentazione dei prossimi Master in partenza della UET Italia – Scuola Universitaria Europea per il Turismo sede di Milano.

Prenota subito il tuo posto o la tua partecipazione on line:

☎ 02.26827859
🖱 www.uetitalia.it/milano
📫 milano@uetitalia.it
➡ Via della Torre, 18 – MM TURRO

Per ottenere maggiori informazioni sul master o sulle modalità di iscrizione, è possibile compilare il form qui sotto.

Gli interessati saranno ricontattati il prima possibile.

Contatta la scuola


UET – Scuola Universitaria Europea per il Turismo, forma professionisti nel settore fin dal 1993, con autorizzazione dal Ministero della Pubblica Istruzione e accreditamento presso le Regioni ove opera.

UET è accreditato per il rilascio di titoli ...