Selezionati

A Milano il Master per Destination Manager ed Esperti Turismo Esperienziale

Master per Destination Manager

Prenderà il via il 23 ottobre 2020 il Master per Destination Manager ed esperti di Turismo Esperienziale.

Un percorso di studio molto atteso perché focalizza la sua attenzione sulle nicchie di mercato più strategiche, caratterizzate da una domanda crescente.

L’Executive Master in Management delle Destinazioni Turistiche e del Turismo Esperienziale, in programma a Milano, attraverso 250 ore di lezioni e uno stage minimo di 3 mesi, forma manager competenti.

Capaci cioè di progettare, organizzare e promuovere pacchetti pensati per essere veicolati dalle più importanti agenzie di viaggio o tour operator.

Il Master per Destination Manager ed esperti di Turismo Esperienziale riscuote interesse anche perché è organizzato dalla UET-Scuola Universitaria Europea per il Turismo.

Parliamo di una delle business school più autorevoli presenti in Italia. Alle spalle ha circa 30 anni di esperienza.

L’elevato placement occupazionale dei suoi allievi non è dunque causale.

Ma frutto di un’esperienza consolidata.

Più facile trovare lavoro o fare carriera

Infatti molti studenti trovano lavoro subito dopo aver portato a termine lo stage, come testimoniano i loro racconti sui forum di settore.

Risultati, questi, che si ottengono grazie a un corpo docente qualificato, a un programma innovativo e al taglio pratico che viene dato alle lezioni.

La metodologia didattica del “saper fare” di UET permette ai partecipanti di fare esperienza già in aula. Grazie a esercitazioni e simulazioni di casi reali.

E ciò torna utile a chi non ha mai lavorato nel settore, in primis i laureati.

In effetti il Master è pensato proprio per loro. Ma ovviamente anche chi già lavora e ha esperienza nel settore può iscriversi.

Questo percorso, infatti, permette di sviluppare competenze finalizzare a far compiere un deciso salto di qualità alla propria carriera professionale.

Master per Destination Manager: l’opportunità dello stage

Non meno importante la scelta dei partner di stage.

La business school milanese indirizza i suoi allievi sempre verso le più quotate aziende del settore. Con le quali ha sviluppato negli anni consolidati rapporti di collaborazione.

Il Master per Destination Manager si inserisce dunque in un contesto favorevole, dove il contatto con il mondo del lavoro è costante.

E questo grazie anche ai docenti, veri professionisti impegnati quotidianamente nel settore.

Sono dunque in grado, in tempo reale, di conoscere l’evoluzione del mercato. Al tempo stesso trasmettono tutto il loro know-how alla classe.

Trasferiscono ai loro allievi tutte le competenze necessarie per crearsi concreti sbocchi occupazionali.

In particolare nelle aree marketing, comunicazione e programmazione delle aziende del comparto turistico.

Subito pronti per lavorare in autonomia

Al termine del percorso di studio i Destination Manager esperti di turismo esperienziale sanno effettuare autonomamente l’analisi di un territorio.

Sanno individuare i competitor e sviluppare progetti di sviluppo turistico.

Ne valutano la fattibilità, mettendo in evidenza anche gli aspetti operativi da sviluppare nelle aziende del comparto e nello stesso territorio di riferimento.

E lo fanno impiegando una serie di tecniche e strategie finalizzate a promuovere e rendere competitive le destinazioni turistiche nel loro insieme.

Premessa necessaria, questa, per convogliare il flusso turistico verso le aziende del territorio.

Particolare attenzione viene prestata al turismo esperienziale. Tutto questo attraverso una metodologia di studio altamente professionalizzante.

Una volta compreso a fondo gli orientamenti dei potenziali clienti e gli obiettivi degli operatori del settore, si è in grado di creare, organizzare, erogare e promuovere prodotti mirati.

Capaci cioè di valorizzare e rendere più appetibile l’offerta delle agenzie di viaggio e dei tour operator.

La metodologia didattica che privilegia la pratica

In altre parole già a lezione si impara a lavorare, attraverso attività di laboratorio mirate.

Calate cioè nella realtà di tutti i giorni. Ecco perché il Master per Destination Manager della UET forma professionisti già pronti per essere operativi sul mercato del lavoro.

E per questo motivo, durante lo stage, le loro conoscenze e competenze acquisite in aula non passano inosservate.

Certamente il tirocinio aiuta gli studenti a prendere confidenza con il lavoro e gli strumenti del mestiere.

Ma è altrettanto vero che si arriva all’appuntamento con un bagaglio di competenze utili e al tempo stesso innovative. Per questo molti studenti trovano subito lavoro.

L’Executive Master in Management delle Destinazioni Turistiche e del Turismo Esperienziale, in effetti, offre ampi sbocchi occupazionali.

Gli sbocchi occupazionali del Master per Destination Manager

Le figure professionali formate sono molto richieste da Tour Operator e Agenzie di Viaggio.

Ma anche e soprattutto da Enti locali e Territoriali, Enti Pubblici e Istituzionali del Turismo.

In tali contesti, come detto, possono operare in assoluta autonomia nelle aree programmazione, marketing e comunicazione.

Si raggiungono questi risultati grazie anche a un programma completo e costantemente aggiornato.

Il programma del Master per Destination Manager

A lezione si studiano in particolare queste discipline didattiche:

  • Legislazione Turistica.
  • Tourism English.
  • Turismo Esperenziale Professionale.
  • Social Networks and Tourism Web Marketing.
  • Destination Management.
  • Budgeting e Controllo nell’Impresa Turistica.
  • Itinerari Turistici Integrati.
  • Programmazione del Prodotto Turistico.
  • Il Ruolo dell’operatore per il Turismo Esperienziale: Aspetti Normativi e Tutela Professionale.
  • Economia e Turismo Esperienziale.
  • Costruzione del Brand Territoriale.
  • Progettazione del Turismo Esperienziale.
  • Gestione del Turismo Incoming.
  • Tecnica Turistica.
  • Turismo Sostenibile.

Com’è facile intuire, leggendo il programma, gli studenti hanno l’opportunità di approfondire gli aspetti più strategici legati alla valorizzazione di una destinazione turistica e delle sue peculiarità.

Ma la differenza la fa tutta la metodologia didattica del “saper fare”.

L’interazione costante con i docenti e le esercitazioni pratiche che affiancano ogni lezione facilitano al massimo l’apprendimento.

I laboratori: role playing, simulazioni e giochi di ruolo

Durante il Master per Destination Manager gli aspetti pratici della professione vengono sviluppati attraverso il role playing, le simulazioni e i giochi di ruolo.

Nei laboratori vengono proposte case histories che rispecchiano le reali esigenze operative delle aziende del settore.

Tutto ciò permette di vivere tutte quelle esperienze e situazioni che caratterizzano un ambiente di lavoro.

Naturalmente l’uso delle tecnologie è costante in aula. Mentre da una piattaforma on line è possibile scaricare tutto il materiale didattico riguardante il Master.

In tal modo si avrà in ogni momento l’opportunità di approfondire argomenti o aspetti particolari della professione. Anche quando si comincerà a lavorare in questo settore.

Al termine del percorso formativo è prevista la realizzazione e la discussione di un project work.

Titoli rilasciati e opportunità

Superando la prova con esito positivo si otterrà il Certificato di Executive Master in Management delle Destinazioni Turistiche e del Turismo Esperienziale.

Ma non solo. Sarà infatti possibile sostenere l’esame per diventare Operatore per il Turismo Esperienziale, con l’iscrizione nel registro gestito da ASSOTES (www.assotes.it).

Si tratta di un’associazione professionale riconosciuta dal ministero per lo Sviluppo economico.

Tutto ciò è possibile perché a lezione i partecipanti impareranno a utilizzare il metodo Storyliving Artès. Sia dal punto di vista teorico sia dal punto di vista operativo.

Potranno cioè finalizzare un vero prodotto esperienziale.

Un’autentica “palestra” che non solo permette di iscriversi al registro Assotes.

Ma che al tempo stesso consente anche di farsi trovare pronti ad affrontare con entusiasmo e competenza le sfide del mondo del lavoro.

Open Day e altre informazioni sul Master per Destination Manager

Per saperne di più sul Master per Destination Manager ed esperti di Turismo Esperienziale puoi partecipare anche all’Open Day della UET Milano.

I prossimi appuntamenti sono in programma il 1° luglio 2020 e il 16 settembre 2020.

Se invece vuoi ricevere informazioni direttamente a casa compila il form qui sotto.

Sarai ricontattato al più presto.

Contatta la scuola


UET – Scuola Universitaria Europea per il Turismo, forma professionisti nel settore fin dal 1993, con autorizzazione dal Ministero della Pubblica Istruzione e accreditamento presso le Regioni ove opera.

UET è accreditato per il rilascio di titoli ...